Archivi
Sfoglia tutte le informazioni del sito
Intranet
Per tutte le comunicazioni aziendali
Webmail
Consulta la posta on-line
Sul terreno dei diritti spira un vento forte e contrario

Sul terreno dei diritti spira un vento forte e contrario

Antigone: "Il Parlamento ha definitivamente convertito in legge i decreti Minniti-Orlando su sicurezza e immigrazione che, di fatto, non fanno altro che marginalizzare ancora di più le fasce più deboli e a rischio: migranti, mendicanti, tossicodipendenti."

Lunedi 17 Aprile 2017
Condividi con:
Condividi su Delicious Condividi su Twitter Condividi su Diggita Condividi su Technorati Condividi su My Space Condividi su Digg Condividi su Google Bookmarks Invia a un amico Stampa Ti piace
143
Non ti piace
113

APPROVATI I DECRETI SICUREZZA E IMMIGRAZIONE.
Antigone: CI APPELLEREMO AI TRIBUNALI

 

Ieri Senato e Camera hanno convertito in legge i decreti Minniti-Orlando su sicurezza e immigrazione. 

La nostra opposizione è stata netta, giacché i decreti traducono una politica repressiva che aumenta l'arsenale di sanzioni amministrative in mano a sindaci e questori, comprime i diritti dei migranti abolendo un grado di giudizio e rendendo facoltativa la comparizione davanti al giudice e infine generalizza all'insieme del territorio il modello della detenzione amministrativa, istituendo un CIE per regione e cambiando a questi il nome ma non la sostanza. 

Sul decreto sicurezza siamo stati una delle pochissime voci contrarie a una misura volta a sanzionare e eliminare la presenza di venditori abusivi, elemosinanti, prostitute e clochard dallo spazio pubblico.
Sindaci e questori potranno comminare multe e misure di allontanamento grazie all'utilizzo del Daspo, che esce dagli stadi e invade le città.

All'indomani della sentenza Italia c. De Tommaso, con cui la Corte di Strasburgo raccomanda un uso cauto delle misure di prevenzione, il decreto incrementa la possibilità di ricorrervi: d'ora in poi, il questore può disporre l'allontanamento preventivo da determinate aree urbane e per un periodo che va da 1 a 5 anni per chi è stato condannato almeno in appello - dunque anche per chi è ancora innocente - per vendita o cessione di sostanze stupefacenti. 

Contro i provvedimenti e gli atti che scaturiranno da questi decreti ci appelleremo ai tribunali. In questa fase stiamo costruendo una banca dati di quelli emessi per capire dove e come intervenire. Per questo ti invitiamo a segnalarci quelli provenienti dal tuo territorio.

http://www.associazioneantigone.it/news/antigone-news/3031-decreto-sicurezza-segnalaci-le-ordinanze

Puoi trovare altre notizie di tuo interesse nelle sezioni associazioni degli utenti e lavoro e società.