Archivi
Sfoglia tutte le informazioni del sito
Intranet
Per tutte le comunicazioni aziendali
Webmail
Consulta la posta on-line
Donne (poche) al lavoro, in Italia

Donne (poche) al lavoro, in Italia

l'Italia in Europa è tra i paesi con i tassi di occupazione femminile più bassi.

Lunedi 30 Aprile 2018
Condividi con:
Condividi su Delicious Condividi su Twitter Condividi su Diggita Condividi su Technorati Condividi su My Space Condividi su Digg Condividi su Google Bookmarks Invia a un amico Stampa Ti piace
10
Non ti piace
11

 

Aver raggiunto il record storico di donne occupate non conferisce all'Italia una medaglia d'oro a livello europeo, tanto più se consideriamo che si tratta di un risultato favorito dall'innalzamento dell'età pensionabile sulle fasce di popolazione più anziana. Insomma, si tratta solo di un piccolo passo, e su inGenere lo abbiamo ricordato più volte: l'Italia in Europa è tra i paesi con i tassi di occupazione femminile più bassi.

A confermarlo è l'ultimo rapporto dello European Trade Union Institute (ETUI) che sottolinea come tra i paesi dell'Unione europea l'Italia, con un divario occupazionale di genere al 18%, è attualmente seconda solo a Malta (24,5%) e subito seguita dalla Grecia (17,7%). 

I paesi in cui il divario di genere è più vicino allo zero sono Lituania, Svezia, Lettonia e Finlandia. Quelli con il più ampio divario di genere hanno anche i tassi di occupazione più bassi per le donne, ricorda il rapporto. 

Contro una media europea che supera il 60% di occupate, il 48% italiano precede solo la Grecia.

In allegato il rapporto completo (in inglese).

Documenti Notizia
Puoi trovare altre notizie di tuo interesse nelle sezioni lavoro e società e donne.