Archivi
Sfoglia tutte le informazioni del sito
Intranet
Per tutte le comunicazioni aziendali
Webmail
Consulta la posta on-line

Borse di ricerca biennali a favore di Dottori di ricerca/Ricercatori

Condividi con:
Condividi su Delicious Condividi su Twitter Condividi su Diggita Condividi su Technorati Condividi su My Space Condividi su Digg Condividi su Google Bookmarks Invia a un amico Stampa Ti piace
378
Non ti piace
358

Bando Borse di ricerca, di durata biennale, a favore di Dottori di ricerca/Ricercatori. Prima Fase: Manifestazione di interesse da parte di imprese con sede legale e/o operativa nel territorio regionale. PO FSE 2007/2013 - Asse IV Capitale Umano- Linea di Attività - l.1.1.

“… Il presente Bando intende proseguire l’iter avviato con un’esperienza innovativa che porrà in diretto confronto domanda ed offerta, rappresentata da due distinti soggetti: le imprese e le risorse umane qualificate, ovvero dottori di ricerca, ricercatori in impresa, conoscenza/investimento tra loro intimamente complementari. Si puntualizza che anche in tale ottica, il destinatario finale delle risorse economiche previste é il Dottore di ricerca o ricercatore, che pone la propria esperienza, i saperi, le conoscenze acquisite a disposizione della struttura ospite, ovvero dell’impresa. La centralità della persona e la sussidiarietà delle istituzioni e dei soggetti che intervengono nel sistema costituiscono stimolo allo sviluppo e al sostegno di offerte formative più adeguate, rispondenti alle esigenze del singolo, quanto agli obiettivi delle imprese.

E’ certo nota la timida propensione delle imprese, il dato coinvolge l’intero territorio nazionale e non soltanto la Sardegna, verso gli investimenti di ricerca e sviluppo; tale dato è ancor più preoccupante rispetto alle piccole e medie imprese che possono rappresentare, invece, un’ alternativa di rinnovamento anche in termini di riconversione produttiva, di coesione sociale, soprattutto in tempi di estrema crisi come quelli attuali. Nell’isola, a tale elemento si aggiunge, con effetti negativi, la mancanza di interventi integrati e la creazione di reti tra imprese, che rappresentano tra gli strumenti più innovativi e funzionali, laddove la valorizzazione della complementarietà di ordine logistico, produttivo e organizzativo e la dinamica di rapporti cooperativi creano reciproche convenienze, con l’esito di accrescere competitività e potenzialità di ciascuno e del sistema economico nel suo complesso. La necessità di reti di imprese costituirà, quindi, il leit-motiv di riferimento costante del bando e delle due distinte fasi in cui esso si articola.

L’isola presenta una dotazione di infrastrutture tecnologiche sicuramente penalizzata dalla dimensione ridotta delle piccole medie imprese, la dotazione di capitale umano ha compiuto progressi troppo lenti, il tasso di dispersione scolastica e universitaria risultano ancora troppo alti non soltanto rispetto alle medie europee ma anche in rapporto alla media nazionale, il numero degli iscritti in materie tecnico scientifiche risulta ancora lontano dalle aspettative. Gli investimenti in ricerca, rivelano una propensione quasi inesistente, da parte delle imprese, con una domanda di brevetti assolutamente inferiore alla media.

Con il presente Bando, la Regione Sardegna intende mettere a disposizione del sistema socio-economico persone altamente qualificate capaci di interpretare, orientare e rispondere a una esigenza di maggiore tecnologia e rinnovamento per consentire la crescita delle piccole e medie imprese al fine di creare competitività e concorrere al superamento del divario che separa la Sardegna rispetto alle altre regioni di Italia.

Il Bando individua quali destinatari Ricercatori e Dottori di ricerca in grado di presentare progetti di ricerca di primario interesse per lo sviluppo tecnologico e organizzativo delle imprese del territorio regionale. Per la sua gestione, la Regione si potrà avvalere dell’esperienza, delle competenze proprie di Sardegna Ricerche, ente pubblico regionale istituito con L.R. 23 agosto 1985, n. 21, cui la Regione ha affidato la funzione di promozione

del Parco scientifico e tecnologico, della ricerca e sviluppo tecnologico, che supporta, su preciso mandato, l’Amministrazione regionale nelle politiche e negli interventi per la ricerca, l’innovazione e lo sviluppo tecnologico, in particolare nella programmazione, progettazione operativa e attuazione degli interventi regionali, anche comunitari. Tale collaborazione si avvarrà, ulteriormente, dell’intervento degli Atenei regionali, rispetto alle distinte e progressive fasi di realizzazione. …”

Estratto dal bando disponibile in allegato.

Struttura di riferimento: ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT - DIREZIONE GENERALE DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE - SERVIZIO FORMAZIONE SUPERIORE E PERMANENTE E DEI SUPPORTI DIREZIONALI

Pubblicazione online: 07/12/2012 - Scadenza: 12/02/2013 13:00

Determinazione n. 428/8055 del 07/12/2012 - Approvazione Bando [file.pdf]
Bando [file.pdf]

Allegati [file.zip]

Documenti Segnale