Archivi
Sfoglia tutte le informazioni del sito
Intranet
Per tutte le comunicazioni aziendali
Webmail
Consulta la posta on-line
aree d'intervento -> cure domiciliari

Porre il paziente e la sua famiglia al centro del servizio.

Questa è la sfida che la CTR stà affrontando nella gestione delle cure domiciliari in Sardegna.
Per questo obiettivo è in corso un
ampio riorientamento delle risorse dei servizi, delle modalità di intervento, dell’organizzazione del lavoro, delle stesse culture e pratiche professionali delle professioniste e dei professionisti operanti nella CTR.

Il traguardo è, naturalmente, l’allineamento del modello di cure domiciliari della CTR alle migliori esperienze nazionali di buona pratica.

Come previsto dalla legge 38 del 2010, la CTR è impegnata nello sviluppo delle cure palliative e della terapia del dolore, al fine di tutelare la dignità e l'autonomia del malato, senza alcuna discriminazione, promuovere la qualità della vita in tutte le sue fasi, assicurare un adeguato sostegno sanitario e socio-assistenziale della persona malata e della famiglia.

I servizi di cure domiciliari della CTR sono impegnati a realizzare nuove modalità di ascolto e lettura dei bisogni dei malati e delle loro famiglie, a partire dal miglioramento della presa in carico in occasione della dimissione dall’ospedale, dal rafforzamento del rapporto con i medici di famiglia ed i reparti dell’ospedale e da una ricerca di maggiore integrazione con le tutte le realtà socio-sanitarie che concorrono alla salute nelle comunità di appartenza.

Anche sul terreno della formazione e dell’aggiornamento professionale è in corso di svolgimento un ampio processo di riallineamento delle competenze degli operatori dedicati alle cure domiciliari, rivolto a rafforzare e valorizzare le capacità individuali dei singoli professionisti e la loro propensione a lavorare in èquipe.

La stessa organizzazione aziendale delle cure domiciliari stà completando una fase di profondo cambiamento, a partire dall’attivazione di un modello organizzativo che prevede una direzione medica, coadiuvata da un coordinamento infermieristico e riabilitativo, che si affianca alla responsabilità aziendale delle cure domiciliari.

Resta fermo l’impegno di sempre ad erogare al domicilio tutte le prestazioni sanitarie e socio-sanitarie di tipo infermieristico, fisioterapico o specialistico previste dalle convenzioni in atto con il Servizio sanitario regionale e, sulla base di specifici accordi, anche effettuando la consegna di farmaci e ausili al domicilio dell’utenza, con l'obiettivo di favorire il pieno recupero delle capacità del malato, di mantenerlo il più possibile a casa e di supportare i familiari.

Le persone che possono accedere alle cure domiciliari sono i malati oncologici ad uno stadio avanzato, gli ammalati con patologie croniche, i bambini con malattie croniche e i disabili.

In questo ambito, la CTR ha avviato il Progetto Cure palliative domiciliari tuttora in fase di attuazione, attraverso il quale si propone di contribuire all’attuazione del diritto di ogni cittadino ad accedere alle cure palliative, come previsto dalla legge 38 del 15 marzo 2010.

I servizi di cure domiciliari (altrimenti denominate ADI) erogati dalla CTR sono quelli della ASL 1 (Sassari), della ASL 4 (Lanusei), della ASL 6 (Sanluri) e della ASL 8 (Cagliari), in tutti i rispettivi distretti.

 

Per approfondimenti:
Direzione medica, Vincenzo Puxeddu (v.puxeddu@ctr.it)
Responsabile a
rea cure domiciliari, Tommaso Vergallo (t.vergallo@ctr.it)

Per contatti con la Centrale operativa cure palliative domiciliari CTR
t
el. (+ 39) 070 5488228
www.ctr.it  coop@ctr.it