Archivi
Sfoglia tutte le informazioni del sito
Intranet
Per tutte le comunicazioni aziendali
Webmail
Consulta la posta on-line
diritti -> anziani

Le soluzioni legislative ed organizzative che oggi saranno date alla questione della condizione degli anziani saranno quelle che tra alcuni anni saranno applicate, nella migliore delle ipotesi, agli adulti produttivi di oggi, anziani di domani
Oltre che per la riconoscenza che si deve alle generazioni che ci hanno preceduto, almeno per questa semplice ragione di opportunità, sarebbe ragionevole assicurarsi che il trattamento degli anziani e, in particolare, delle persone non autosufficienti sia portato ai più alti livelli di qualità,  anche aprendo una difficile discussione pubblica sul tema del finanziamento dei servizi e, quindi, del reperimento delle risorse necessarie al soddisfacimento dei bisogni sociali.

Attraverso questa sezione intendiamo ospitare informazioni, documenti e contributi relativi al tema della condizione anziana, cercando di sostenere un punto di vista che riconosca il valore sociale ed anche la maggiore sostenibilità economica di un modello sociale orientato alla coesione ed alla solidarietà ma anche evidenziando i costi, gli sforzi, le scelte e la responsabilità che sono necessari per implementare un tale modello.

 

Pensioni e fertilità: due facce della stessa medaglia

Pensioni e fertilità: due facce della stessa medaglia

Chi vuole difendere le pensioni ha interesse alla ripresa della natalità nelle famiglie, alla nascita di nuove imprese, alla stabilità dei contratti di lavoro e ai flussi di lavoratori da altri Paesi.

 
Depressione: negli anziani sintomi più gravi e persistenti

Depressione: negli anziani sintomi più gravi e persistenti

Uno studio appena pubblicato da Lancet Psychiatry ha messo in evidenza come tra gli anziani i sintomi della depressione siano più gravi e persistenti rispetto ai pazienti più giovani.

 
Se lo alleni, il cervello non invecchia

Se lo alleni, il cervello non invecchia

Individuare le persone a rischio prima che sia troppo tardi e stimolarne la mente è l’unico modo per rallentare la patologia e consentire il più a lungo possibile una vita serena e autonoma. Un protocollo innovativo che non fa uso di farmaci.

 
ULTIME NOTIZIE
EVENTI