Archivi
Sfoglia tutte le informazioni del sito
Intranet
Per tutte le comunicazioni aziendali
Webmail
Consulta la posta on-line
diritti -> cure palliative

Il Progetto cure palliative domiciliari della CTR

La legge 38/2010 ha riconosciuto il diritto di ogni cittadino ad accedere alle Cure palliative in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale.
In questa prospettiva, da gennaio 2011 la Cooperativa sociale CTR ha avviato un significativo percorso di qualificazione del management  e del personale infermieristico, tecnico-riabilitativo e medico-specialistico al fine di poter offrire modalità di presa in carico sempre più qualificate ai malati di area critica e ai malati oncologici terminali.
Tutto ciò con l’intento di creare un Servizio di cure palliative domiciliari in stretta collaborazione con la ASL di Cagliari, l’Hospice ASL8 e gli Ospedali, così come previsto dalla legge 38/2010.

La realizzazione di questo progetto ha richiesto l’attivazione di una collaborazione con una rete di supporto che vede, tra gli altri, il Dipartimento delle Fragilità della ASL di Lecco e le sue Unità di Cure Palliative, indiscussi centri di eccellenza nazionali.
L’intensificarsi dei rapporti di scambio con le strutture territoriali, in primo luogo con l’Hospice Cagliari; il servizio di Consulenze oncologiche domiciliari e l’U.O. di Terapia del dolore dell’Ospedale Businco; il reparto di Oncologia pediatrica dell’Ospedale Microcitemico; il reparto di Anestesia e Terapia antalgica dell’Azienda Ospedaliera Brotzu, ha consentito di mettere le basi per la creazione di una prima rete locale di cure palliative, ancorché informale.

In sintesi, ecco le tappe operative del Progetto cure palliative domiciliari della CTR, tuttora in fase di attuazione:

- da gennaio a maggio 2011: Corso di qualificazione professionale ECM sulle Cure palliative indirizzato a infermieri, fisioterapisti, medici specialisti (Geriatria, Fisiatria, Anestesia), psicologi, operatori socio-sanitari. Il corso si è avvalso della consulenza scientifica del dr. Scaccabarozzi e ha visto tra i docenti i più qualificati esponenti delle Cure palliative a livello nazionale e regionale. Il corso è stato coordinato dalla dr.ssa Chiara Musio, MMG e coordinatore regionale per la Sardegna della SICP;

- da gennaio a giugno 2011: riorganizzazione della Centrale operativa cure domiciliari della CTR, ridefinendo l’organigramma e avviando l’implementazione di un nuovo sistema informativo,

- a partire dall’ottobre 2011: attività di progettazione specifica con le realtà territoriali dell’ASL Cagliari;

- estate-autunno 2012: avvio del Progetto sperimentale di presa in carico domiciliare in cure palliative: un nuovo percorso di presa in carico, di cura e di assistenza dei malati di area critica e dei malati oncologici, attraverso una modalità di intervento multidisciplinare.

Le caratteristiche della presa in carico da parte del servizio Cure palliative domiciliari della CTR:

• Presa in carico multi-professionale;
• Colloquio iniziale di presa in carico e di chiusura;

• Accessi programmati fino a 7/7 e, al bisogno, di personale medico-psicologico, infermieristico, riabilitativo;
• Consulenze medico specialistiche e psicologiche programmate e al bisogno;
• Reperibilità telefonica medico/infermieristica 7/7 attraverso una linea telefonica dedicata ai pazienti;
• Équipe settimanale di tutto il team con coinvolgimento degli invianti.

Sono 4 i percorsi di cura in cure palliative:

A) Pazienti in carico all’Hospice attraverso Dimissioni protette – Continuità delle cure in collaborazione con Hospice ASL8 Cagliari;
B) Pazienti in Cure domiciliari che necessitano di presa in carico palliativa segnalati dai MMG, dalle UVT, o dai Servizi di Oncologia;
C) Pazienti in età evolutiva in carico al Servizio di Oncologia pediatrica Osp. Microcitemico Dimissioni protette – Continuità delle cure in collaborazione con il Servizio ospedaliero;
D) Pazienti, con diagnosi e prognosi compatibile che, in accordo con il proprio MMG richiedono una presa in carico in Cure palliative domiciliari.
La sperimentazione del progetto di Cure palliative domiciliari della CTR vede il coinvolgimento di numerose figure professionali: responsabile medico; coordinatore infermieristico; medici specialisti in geriatria, anestesiologia, fisiatria; psicologo; infermiere professionale; fisioterapista; operatore socio-sanitario.

Per approfondimenti:
Responsabile sanitario, dr. Vincenzo Puxeddu:
v.puxeddu@ctr.it

Contatti:
Centrale operativa
cure palliative domiciliari CTR
t
el. (+ 39) 070 5488228
www.ctr.it  coop@ctr.it

Cure palliative: quali figure professionali ?

Cure palliative: quali figure professionali ?

In allegato la delibera RAS 10 agosto 2016 sull' "Individuazione delle figure professionali competenti nel campo delle cure palliative e della terapia del dolore (...)

 
"Ponemila una manu supra palas". Cagliari, 8 febbraio 2014

"Ponemila una manu supra palas". Cagliari, 8 febbraio 2014

"Attenzione, cura e diritti delle persone”: un concerto conclude le "celebrazioni" dei trent'anni di attività della CTR. Con Ambra Pintore Quartet, Balentes, Elsa Martin, Le giovani marmitte, Ratapignata, Simona Colonna; conduce Peppe Quintale. Ingresso libero.

 
Cure palliative: il riconoscimento dei medici non specializzati

Cure palliative: il riconoscimento dei medici non specializzati

Legge Stabilità. Federazione Cure Palliative: “Ok a misura per riconoscimento esperienza a medici non specializzati”. Segue.

 
ULTIME NOTIZIE
EVENTI
Delibera RAS su rete regionale cure palliative
Delibera RAS su istituzione rete cure palliative.pdf
Delibera RAS su rete regionale cure palliative - ALLEGATO
Delibera RAS su istituzione rete cure palliative - Allegato.pdf